sabato, agosto 19, 2006

STREET MUSIC PARTY!




FESTA IN CORSO


Evento dell'estate di Città Sant'Angelo,
unico nel suo genere dalle caratteristiche innovative
rispetto alle tradizionali manifestazioni paesane.
Festa In Corso è un ampio "contenitore"
in cui la musica dal vivo la fa da padrona.
Decine di gruppi d'ogni genere, ogni sera,
si legheranno allo scenario del Centro Storico,
dando vita allo STREET MUSIC PARTY.
Il tutto arricchito da gustosi stands gastronomici (arrosticini e scrippelle),
mostre, mercatini, concorsi e la consolidata
gara podistica notturna per le vie
della Città Sant'Angelo vecchia.

Una bella manifestazione e, tra le altre cose, un'organizzazione impeccabile in quel di Città S. Angelo dove, ieri sera, la redazione, nella qualità del suo direttore ha avuto modo di recarsi.

Un'ottima occasione, da non perdere, per ascoltare dell'ottima musica dal vivo e, di conseguenza, immergersi in una atmosfera "on the road" fra ritmi tribali africani (presente il famoso gruppo baobab di Pescara), cornamuse scozzesi, dell'ottimo jazz e " selvaggi" percussionisti messicani.

Infine, segnaliamo un locale molto "trendy" dal nome "Varsavia di Notte", nel quale, "underground", si possono gustare delle ottime birre internazionali di eccellente qualità e mangiare specialità locali (vedi foto in alto a sinistra).

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRE

LUCIGNOLO

venerdì, agosto 18, 2006

CONOSCERE L'ABRUZZO.


CALASCIO: SAGRA DEL CACIO PECORINO
E' il paese più alto dell'Italia centrale (1500 m)
Nel 1957, gli ultimi abitanti di Rocca Calascio abbandonarono definitivamente il borgo: sembrava la fine di una storia durata millenni. I primi segni di insediamenti umani nella zona di Rocca Calascio risalgono infatti a 80000 anni fa, al tempo dell’uomo di Neanderthal, quando un gruppo di cacciatori si stabilì nelle caverne dei Grottoni di Calascio (670 m). E’ solo nell’età del bronzo, però, che Rocca Calascio diventa un rifugio stabile per una comunità pastorale. Evidentemente, “le terre alte” di Rocca Calascio si dimostrano adatte al pascolo.

Ieri sera, abbiamo avuto modo di visitare Calascio (famosa è la sua rocca, come da foto in alto) e la sagra paesana che ogni anno si svolge nel centro storico della cittadina.

Molti i turisti "intervenuti" e, inoltre, un ottimo successo di presenze "locali" che hanno apprezzato le specialità gastronomiche calascine: salsicce, ravioli con la ricotta (fatti amano), pizze fritte e, ovviamente, il cacio pecorino.

L'apertura degli stands della sagra è dalle ore 20.30 in poi.

Il tutto "condito" appropriatamente, è il caso di dirlo, dalla musica jazz, posta in essere da un "quintetto aquilano" di buon livello.

Un viaggio magico tra medioevo e natura: una garanzia che solo la comunità montana Campo Imperatore - Piana di Navelli può offrire, ancora oggi, ai pellegrini che si avventurano nelle sue valli e nei suoi boschi o che si aggirano tra i vicoli delle splendide località alla riscoperta della storia antica, delle leggende medievali e delle tradizioni che hanno animato nei secoli questi luoghi di rara bellezza.

LUCIGNOLO

giovedì, agosto 17, 2006

POPOLI: IL 19 AGOSTO E' ANCORA CERTAME.

CERTAME de la Contea di Popoli

Quest'anno, dopo la "spaccatura" avvenuta all'interno del direttivo originario dell' Associazione "Recta Rupes", i Certami saranno due.
Il prossimo, il " Certame de la Contea Di Popoli", sarà diretto, curato ed organizzato dall'Ass. " Gruppo storico de lo Certame" e si svolgerà in Piazza della Libertà alle ore 21.00 il 19 Agosto.
Sicuramente, oltre ad essere ampiamente documentato su questo blog e, come il precedente, svoltosi dal 29 al 13 Agosto, avrà modo di dare "luce, anima e lustro" alla città di Popoli.
Per informazioni: 347 - 8275742 oppure 346 - 3113552
P.S. clicca sulle immagini per ingrandire

lunedì, agosto 14, 2006

ABRUZZO: A POPOLI (PESCARA).

CERTAME DE LA BALESTRA





STORIA E TRADIZIONI
PARTE A POPOLI
IL CERTAME DE LA BALESTRA
Unica rievocazione in Abruzzo incentrata sulla sfida di abilità nell’uso della tipica arma medievale, si svolgerà a Popoli dal 29 Luglio al 13 Agosto, l’ottava edizione del Certame de la Balestra, torneo organizzato da Restaino Cantelmo, settimo Conte di Popoli, il 22 Novembre 1485, in occasione della visita nell’antico borgo popolese del principe Alfonso D’Aragona.
La manifestazione, patrocinata dalla Regione, dalla Provincia di Pescara e dal Comune di Popoli, comprenderà la cerimonia dell’imbandieramento e della solidarietà tra i popoli dell’antica Contea (29 luglio), il giuramento dei capitani che si sfideranno nel torneo, formulato con rituale molto suggestivo e concludentesi con cena inaugurale nei quattro quarti (rioni) in cui si suddivideva il paese (7-8-9-10 agosto) e sarà arricchita dalla ricostruzione del tradizionale mercato medievale (Dies Nundinarum 12 agosto), ambientato nell’incantevole scenario del centro storico di Popoli, che richiama un gran numero di visitatori.
La capacità organizzativa della Recta Rupes, Associazione ideatrice del programma ormai più che collaudato, è stata riconosciuta a livello nazionale, dal momento che la Federazione di Tiro all’Arco e alla Balestra (LITAB) ha voluto che a Popoli venga celebrato, il prossimo 10 Settembre, il IV Campionato Italiano di Tiro all’Antica Balestra Manesca, visto anche l’ottimo risultato ottenuto dai tiratori popolesi nel campionato del 2004 con il primo posto nella gara individuale.
La Recta Rupes, che con questa rievocazione storica intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla necessità di restaurare l’antico Castello dei duchi Cantelmo, sovrastante l’abitato di Popoli, assicura una forte presa su quanti interverranno, di tutti gli spettacoli, a connotazione prettamente recitativa, capaci di trascinare anche lo spettatore più disincantato in un autentico tuffo nel nostro passato comune.

DESCRIZIONE DELLA MANIFESTAZIONE
Il Certame de la Balestra inteso come manifestazione si compone di più momenti, la Sfilata Storica, il Cambio della Guardia ed il Certame vero e proprio. Quest'ultimo si rifà alla tradizione che vuole si svolgesse a cadenza annuale, nel giorno del solstizio d'estate, una sfida tra i Capitani più vicini al conte Restaino per decidere quale fosse il migliore di essi e nominare in questo modo il Comandante della Guarnigione del Castello. Il titolo era ambito non solo per il prestigio che ne derivava, ma soprattutto dal potere che esso conferiva e dalla migliore remunerazione che garantiva, oltre ad una più congrua parte nella spartizione dei bottini di guerra. La sfida si svolgeva tra i Capitani aiutati da balestrieri ed arcieri di loro fiducia. Ed è così che la sfida si ripropone oggi nel Certame. Una gara di tiro con la balestra e con l'arco che alla fine farà ricevere il Palio al Capitano del Quarto vincitore dalle mani della Contessa Diana Lalle Camponesco.

POPOLI: AL "CERTAME DE LA BALESTRA 2006" VINCE ANCORA ATTOJA.


CAPITANO DI ATTOJA


UNA GARA AVVINCENTE
La vittoria del "Certame 2006" premia per la terza volta consecutiva il Quarto di Attoja.
Popoli - Ieri sera alle 19.00 circa, sul "campo di gara" dove si svolgono i tiri con l'antica balestra manesca, dopo un "testa a testa" emozionante, fra i quarti S. Anna e Attoja, il secondo ha prevalso sul primo per una "manciata" di punti.
Piazza della Libertà (una volta Piazza San Giorgio), protagonista indiretta della gara, gremita di pubblico partecipe, divertito, plaudente e campanilista per il quarto di appartenenza ha, successivamente, resi noti i risultati dei giudici di campo, "in toto" e sportivamente, osannato i vincitori del Quarto di Attoja che, bisogna ammetterlo, sono stati i più bravi a scoccare i dardi con la balestra medioevale e centrare il bersaglio.
CAPITANO DI S.ANNA
Un ricorso storico nel tempo (il 1400) che si rinnova ogni anno, dove un "tripudio" di bandiere, costumi d'epoca curatissimi e vessilli sono stati la formidabile "cornice" per rievocare, sontuosamente, i fasti medioevali popolesi.
Fra le "cecchine" con l'arco ( tutte donne), si è particolarmente distinta un'arciera del Quarto di S.Anna, con il miglior punteggio in gara.
Un arrivederci, tutti (molta la presenza turistica), all' anno prossimo e, infine, è quanto meno doveroso, un sentito ringraziamento all'Ass. "Recta Rupes" nella qualita del suo Presidente Bonifacio Damiani e a quanti si sono profusi per regalare uno spettacolo, unico nel suo genere, in quel della città di Popoli.

LUCIGNOLO

clicca sulle foto per ingrandire

domenica, agosto 13, 2006

POPOLI: INAUGURAZIONE INFOPOINT TURISTICO.

Popoli - Ieri sera alle ore 21.00, in Piazza della Libertà, alla presenza delle massime autorità cittadine e dello Stato, è stato inaugurato il nuovo Infopoint Turistico con relativo taglio del nastro da parte del Sindaco in carica Emidio Castricone.
La struttura, composta da tre piani, costata circa 600.000 euro e, inoltre, posizionata nel centro "strategico" della cittadina, avrà un compito sia informativo - parterre - che ricettivo (camere al 2° e 3° piano).
Inoltre, servirà da "volano" per aumentare, sicuramente, le presenze turistiche in città nell'arco dell'anno.
I molti curiosi che hanno visitato la struttura, complice il caratteristico mercatino medioevale "Dies Nundinarum" che, a quell'ora, si svolgeva nei paraggi, hanno espresso il loro entusiasmo per la "rinascita" d'uso di un edificio che, per anni, è stato inutilizzabile e fatiscente.
LUCIGNOLO
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.