lunedì, novembre 13, 2006

E' MORTO IL RE DI NAPOLI: MARIO MEROLA.


NAPOLI IN LUTTO
E' morto il re della canzone napoletana: Mario Merola
Il cantante è morto nell'ospedale 'San Leonardo' di Castellammare di Stabia colpito da infarto. Nato a Napoli il 6 aprile 1934, è stato uno dei principali alfieri della canzone partenopea e il vero e proprio re della sceneggiata napoletana
Napoli - Il cantante napoletano Mario Merola è morto ieri sera alle 21 nell'ospedale 'San Leonardo' di Castellammare di Stabia per arresto cardiocircolatorio. Mario Merola, nato a Napoli il 6 aprile 1934, è stato uno dei principali alfieri della canzone partenopea e il vero e proprio re della sceneggiata napoletana. Proprio grazie a lui, infatti, questo genere teatrale ha varcato i confini partenopei, ma anche quelli nazionali, raggiungendo anche l'estero. Merola incarnava quanti altri mai quel particolare mix di tradizione popolare e di componente melodrammatica che stanno alla base della sceneggiata napoletana. Vicende sentimentali, pessimismo e fatalismo partenopeo, malavita spicciola e organizzata, sono i principali ingredienti delle trame interpretate da Merola, sia sulle scene teatrali che nei diversi lavori cinematografici girati dall'attore e cantante. Figlio di un ciabattino, fin da ragazzo, nell'immediato dopoguerra, lavora come stivatore (come lui stesso racconta con orgoglio) al porto di Napoli. Anche su incoraggiamento dei colleghi, che apprezzano le sue doti canore, inizia a esibirsi come cantante nel repertorio classico della canzone napoletana, raggiungendo nel giro di pochi anni un notevole successo, dapprima a Napoli e successivamente in Italia e all'estero. Fa il suo esordio a teatro grazie ad una canzone, Malu Figliu, che viene inserita in uno sceneggiato che lo vede protagonista. Otterrà grande successo tanto che Merola decide di dedicarsi esclusivamente al campo dello spettacolo. Nel 1973 il cantante e attore, recita per la prima volta per il grande schermo nel film di Ettore Maria Fizzarotti, Sgarro alla camorra. Tra gli anni 70 e gli anni 80 raggiunge la massima popolarità e ottiene i suoi migliori ruoli, in una serie di pellicole dirette per la maggior parte da Alfonso Brescia con il quale collaborerà fino al 1982 con il film I Figli... sò pezzi 'e core.
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.