sabato, ottobre 28, 2006

POPOLI: CONSIGLIO STRAORDINARIO "FUMOSO"



CONSIGLIO COMUNALE STRAORDINARIO

Molte parole, continui suggerimenti "a latere" per l'assessore alla contabilità e poche certezze

POPOLI - Si è tenuto, il tanto atteso consiglio comunale straordinario su richiesta dei Consiglieri di minoranza (Mario Giuseppe Lattanzio, Frediano Cafarelli, Maria Laura Morì, Cristian Salutari e Roberto Salari) relativo alla crisi del polo sanitario di Popoli (Ospedale, Terme e CR di via D'Ascanio). Il Gruppo di minoranza “Coerenza e Libertà” ha ribadito in aula, fortemente, la sciagurata politica sanitaria attuata dall'attuale Giunta di sinistra della Regione Abruzzo che comporterà gravi problemi a livello socio - economico ed occupazionale e rischia, a breve, di compromettere seriamente la dignità e la libertà economica dei lavoratori direttamente interessati e, comunque, di tutta la Città».
Il consiglio comunale a metà seduta, dopo l’intervento di “overture” del Sindaco Emidio Castricone, è stato sospeso per permettere l’intervento “fiume” (circa 45 minuti anche per ovviare alle assenze di B. Mazzocca e A.Cordone) di Donato Di Matteo - Capogruppo DS alla regione - che afferma serafico “ che l’ospedale di Popoli non chiuderà perchè sarà valorizzato dal nuovo piano sanitario".
"Comunque, durante l’intervento", fa notare il consigliere di minoranza Maria laura Morì “lo sconcerto ha preso il sopravvento fra gli scranni, in quanto, il consigliere regionale Di Matteo, invece di discutere le tematiche all’ordine del giorno, come un “disco rotto”, ha fatto solo dietrologia politica, imputando, gli attuali mali della sanità abruzzese all’ex gestione di centrodestra”.
Altresì, irritato e offeso, si ritiene il Capogruppo di minoranza e Consigliere provinciale di An Mario Lattanzio per l’intervento, a suo dire, fuori luogo del Vice - Sindaco Franco Diodati.
“ L’ assessore Diodati – dice – non può permettersi, ogni volta, nell’intervento di prassi in consiglio comunale con, oltremodo, una retorica spicciola, di offendere pesantemente il nostro gruppo di minoranza “Coerenza e Libertà” incapace, a suo dire, di non poter fare una vera politica cittadina visti i pochi “numeri” elettorali a disposizione".
“Oltretutto – continua – , sparare a zero e abbandonare il consiglio per paura della replica e un atteggiamento, quantomeno, irrispettoso”.
“Certamente – incalza - , sono pochi “numeri” elettorali ma buoni e, oltre a cercare di onorarli quotidianamente siamo, sicuramente, preparati per ogni assise perché, tutto il gruppo di minoranza, prima di ogni consiglio comunale studia, attentamente, gli argomenti all’ordine del giorno per, poi, poterli discutere degnamente in aula. Conclude Lattanzio dicendo che : ”al gruppo di minoranza, comunque, non serve ogni volta il ragioniere comunale, di lato, che gli sussurra nell’orecchio le risposte da dire su questioni di bilancio!".
"Specificatamente - conclude - , quando il gruppo di minoranza lo incalza con domande inerenti all’ assessorato contabilità e finanze perché, purtroppo, il preposto signor Diodati, non sa, costantemente, che "pesci" pigliare!".
Quindi, molti "numeri" ma, pochi e solo "suggerimenti a latere", per la risoluzione dei problemi economico - finanziari di Popoli!"
Tutti d’accordo, invece, sulla proposta avanzata dall’assessore Sergio Della Rocca, cioè, quella di “istituire un comitato tecnico scientifico per cercare di risolvere, con spirito di collaborazione e insieme ai consiglieri di minoranza, le "questioni" dell’Ospedale, dello Stabilimento termale e della Residenza assistita “il Giardino” che, - conclude - coinvolgono, direttamente e indirettamente i cittadini e la città".

LUCIGNOLO
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.