venerdì, ottobre 20, 2006

CASTIGLIONE: "VENGANO PREMIATI I COMUNI VIRTUOSI".


“CHE VENGANO PREMIATI I COMUNI E LE AZIENDE CHE PRODUCONO”

PESCARA
- Siamo ancora in attesa dell’atto che programmi l’impiego dei fondi destinati alla Legge sul Termalismo (legge fortemente voluta, prodotta ed approvata dal governo Pace) per l’anno 2006, ma il capogruppo Alfredo Castiglione ed Circolo di AN Majella “avvisano” l’Assessore Regionale competente, Valentina Bianchi, e la Giunta Regionale che si opporranno in ogni modo e con ogni mezzo, all’ipotesi di ripartizione di cui da giorni si parla nei corridoi dei palazzi regionali.
Interviene Fabio D’Ottavio, Presidente del Circolo Majella: “ho incontrato in Consiglio regionale, con gli iscritti di Caramanico Terme e con il Consigliere di Popoli, Christian Salutari, il Capogruppo di AN ed abbiamo manifestato a lui tutta la nostra disapprovazione rispetto all’ipotesi di assegnare anche ai comuni di Montorio al Vomano e di Raiano i fondi regionali che dovrebbero sostenere lo sviluppo di un’attività che storicamente si svolge nei comuni di Caramanico Terme e Popoli, vanno fatte le giuste distinzioni, non si può penalizzare realtà che vedono gli insediamenti produttivi più importanti e favore di paesi che non hanno strutture termali o addirittura le hanno e sono chiuse!”
Alfredo Castiglione, raccogliendo questa preoccupazione e solidarizzando con gli iscritti, dichiara: “il termalismo rappresenta per l’Abruzzo intero una opportunità, negli scorsi anni abbiamo dato vita ad una serie di azioni che sosteneva e stimolavano investimenti sia da parte degli Enti pubblici che da parte dei privati, siamo intervenuti con una precisa politica e programma di promozione specifica e mirata, ascoltando le imprese termali, i commercianti, gli artigiani e tutto l’indotto secondo il principio della concertazione, prendo atto, con rammarico, che non si fa la giusta distinzione tra i comuni che producono termalismo e quelli che si candidano a farlo.”
Castiglione prosegue: “mi auguro che l’Assessore Bianchi voglia raccogliere questa nostra preoccupazione e rivedere l’ipotesi di ripartizione, senza escludere i comuni che si candidano a diventare termali, ma distinguendoli da quelli che a ragione hanno maggiori esigenze.”
Il capogruppo di AN annuncia di aver inviato una nota all’Assessore competente al fine di aprire un dialogo costruttivo su questa vicenda, in ogni caso, farà valere le sue ragioni quando l’atto programmatorio passerà all’attenzione della IV commissione consiliare.

LUCIGNOLO
L’Aquila, 20 ottobre 2006.

Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.