venerdì, settembre 22, 2006

EUROSTAT: NO ALLE CARTOLARIZZAZIONI.


Il “Niet” di EUROSTAT
L’Eurostat dice ‘no’ alle cartolarizzazioni sui crediti sanitari per Lazio, Abruzzo e Campania. Perché spalmate su tempi troppo lunghi (10 anni per il Lazio, 30 per l’Abruzzo). “Il rischio è che le Regioni non potranno pagare in tempo utile i creditori: Aiop, Case di cura e fornitori ospedalieri. Ora il ritardo medio è annuale, si stima sarà triennale. Con tutte le ricadute sui dipendenti (licenziamenti e stipendi in ritardo). Senza contare i danni al sistema sanitario. Adesso, si aspettano le contro deduzioni di Stato e Regioni. Ma è chiaro che non si potrà utilizzare lo strumento finanziario. E il tempo per pagare i fornitori sarà molto più lungo.
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.