sabato, luglio 15, 2006

PESCARA: TASSE, TASSE E SEMPRE TASSE!


Acqua, nuove bollette pazze in città


PESCARA. I cittadini si sono visti recapitare due bollette emesse per lo stesso periodo. In più si paga il servizio del letturista che in realtà viene soppiantato da uno strumento di autolettura.
AUMENTANO LE TARIFFE
LE PROTESTE :cittadini e dirigenti politici
clicca sopra per saperne di più.
Alcuni cittadini pescaresi avrebbero ricevuto in questi giorni due volte bollette dell’Aca emesse per lo stesso periodo.«Questa volta non si può veramente chiudere un occhio», denuncia Domenico Pettinari dell’associazione Coraggio e fermezza nella Legalità, che ha raccolto alcune denunce dei cittadini. «La maggior parte delle bollette», spiega Pettinari, «sono state calcolate su una lettura presunta al 20/06/2006 ripartendo dalla precedente del 31/12/2004».Da una verifica delle bollette precedenti alle ultime arrivate i cittadini si sono però accorti che il periodo dal 1/01/2005 al 30/06/2005 era già stato abbondantemente pagato anche in questo caso in base ad un calcolo presunto.«Questo vuol dire», continua l’associazione, «che qualora i pescaresi dovessero pagare l’ultima bolletta arrivata due giorni fa si troverebbero a sborsare per due volte il costo del periodo che va dal 1° gennaio del 2005 al 30 giugno 2005».L’Aca, invece, avrebbe sicuramente dovuto stornare dall’ultima bolletta recapitata il costo della precedente già pagata.Inoltre dalla lettura delle bollette si evincerebbe un’ulteriore anomalia: due bollette consecutive entrambe presunte. «La normativa vigente», spiega Pettinari, «prevede che alla bolletta presunta deve seguire un conguaglio su lettura effettiva. Ulteriore illegittimità rappresenta l’avviso presente sull’ultima bolletta che informa i cittadini in questi termini: “per assicurare l’addebito degli effettivi consumi si potrà effettuare un’autolettura comunicando i dati al numero verde…….” I cittadini pagano il costo dell’intera bolletta dove è compreso anche il servizio del letturista quindi non si capisce il motivo per cui l’Aca ricorre allo strumento dell’autolettura». Forse perché mancano i letturisti?«Perché non riesce a gestire l’intero servizio idrico integrato di Pescara nonostante gli oltre 200 dipendenti? Non vorremmo pensare ad altro».Sebbene siano pochi i casi e le segnlazioni giunte all’associazione c’è il fondato sospetto che gli errori siano molti di più ed è per questo che il movimento in vita a segnalare e a controllare attentamente le bollette in arrivo prima di pagare.
Per contattare Coraggio e fermezza nella legalità corraggioefermezza@libero.it15/07/2006 10.00ESEMPI.BOLLETTA 31-12-04 - 30-06-05
BOLLETTA 30-12-04 20-06-0610 SINDACI DEL CHIETINO E DEL PESCARESE.
clicca sopra per saperne di più.
CONTRO L’ATO E L’ACAUn secco “no”.
I sindaci di Ripa Teatina, Casalincontrada, Roccamontepiano, San Giovanni Teatino, Miglianico, Fara Filiorum Petri, Bucchianico, Rapino, Turrivalignani e Sant’Eufemia a Majella, sono uniti nel denunciare la situazione insostenibile venutasi a creare all’interno degli enti preposti alla gestione dell’acqua potabile.Alla protesta si è unito anche il Comune di Chieti, che ha assicurato la sua presenza al fianco dei sindaci.
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.