sabato, giugno 17, 2006

MAMMA LI TURCHI!



Udc: «Del Turco si prenda le sue responsabilità»
Sale l’Irap al 5,25 per cento, per l’addizionale Irpef sembra questione di giorni. Padoa Schioppa, ministro dell’Economia, è stato irremovibile: nessuno sconto all’Abruzzo e agli abruzzesi. Era prevedibile. E così non si è fatta pregare più di tanto l’Udc per sparare a zero sulla giunta Del Turco. Un fuoco di fila in cui si sono esercitati ieri mattina Giorgio De Matteis, capogruppo, Mario Amicone e Claudio Di Bartolomeo che se la sono presa non soltanto col governatore («da qualche giorno è sparito, non fa più dichiarazioni, ma è bene che si assuma le responsabilità che gli toccano»), ma anche e soprattutto con gli assessori D’Amico e Mazzocca «che tra loro non si parlano nemmeno, visto che quando il primo dichiara ufficialmente che bisogna stringere la cinghia, l’altro si dice convinto di trovare ancora una soluzione per evitare la stangata sulla sanità».I tre consiglieri dell’Udc non hanno fatto sconti: «Questa è la giunta delle tasse che vengono aumentate per la prima volta dopo tanti anni. Lo avevamo detto. Ora aspettiamo al varco i sindacati e gli stessi rappresentanti delle categorie: dei professionisti e delle aziende in particolare. Loro che hanno dato credito, subito e a occhi chiusi, ai nuovi governanti». Per De Matteis si è trattato «della prima, grave manchevolezza verso gli abruzzesi tutti, dal momento che lo sforamento della spesa sanitaria si riferisce al 2005 quando la giunta di centrodestra non c’era più». «La verità- ha aggiunto Amicone- è che invece di mettere mano subito ai conti e a un piano di rientro, ci si è trastullati prima inventando i revisori dei conti alle Asl, poi i commissari verificatori, poi ancora si è pensato a mettere su il nuovo carrozzone dell’Agenzia regionale, e a creare nuove figure che tutti conosciamo: fotografi ufficiali, vignettisti, sottosegretari, a progettare altri assessorati. E il risultato non poteva essere che questo». Per Di Bartolomeo l’esecutivo Del Turco è caduto in palesi contraddizioni: «Nel momento in cui prospettava un piano per tagliare posti letto in eccedenza, decideva nuovi accreditamenti alle cliniche private. Anche i controlli annunciati sulle cartelle cliniche per limitare i ricoveri si riveleranno aleatori. Così i soli tagli li faranno, come al solito, nel settore della sanità pubblica».
Chiunque è web editor o web writer va alla ricerca della conoscenza del suo tempo per afferrare il senso del mondo, per sopravvivere nel mondo, forse per cambiarlo.
Google
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. L'autore dichiara che le immagini e i testi contenuti in questo blog sono tratti e pubblicati dal web e che solo alcuni titoli dei post sono di propria fantasia, pertanto declina ogni responsabilità per quello che riguarda i siti ai quali è possibile accedere anche dai collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete.